Lun-Ven 8:30-18:30, Sab 9:00-13:00 800-189664
Test dell'udito online
Scopri in soli 3 minuti la qualità del tuo udito. Il test dell'udito online fornisce informazioni preziose sulla tua capacità uditiva.

Finalmente sentire meglio: l'acquisto di un apparecchio acustico è una decisione importante, di fatto riguarda la qualità della nostra vita. Prenditi il tempo che ti serve e lasciateti consigliare nel confronto tra i vari modelli. Qual è il punto di partenza per uscire dall'ipoacusia? A cosa occorre prestare attenzione durante il controllo? Qui ti presentiamo i suggerimenti e le informazioni più importanti.

Perché non ci sono più persone che indossano gli apparecchi acustici?

Gli apparecchi acustici moderni sono diventati quasi invisibili. Sono piccoli capolavori della tecnologia, resistono all'acqua e alla polvere e possono essere collegati senza fili a molti altri dispositivi elettronici. Nonostante ciò, molte persone che comunque non sentono bene, si ostinano a non voler indossare gli apparecchi acustici. Per quale motivo? Sono molti in realtà i motivi.
Alcuni soggetti semplicemente non vogliono accettare il fatto di sentire male e molti non sanno neanche di avere questo problema. Un deficit dell'udito il più delle volte si insinua lentamente ed è quindi difficile da riconosce. All'inizio molti hanno la sensazione che le altre persone farfuglino. Se non si sente bene il televisore, basta alzare il volume. Qualche volta non si sente suonare il telefono, ma che problema c'è?
I sintomi di un'ipoacusia si aggravano lentamente. Non appena vengono notati i primi sintomi dell'ipoacusia, è importante prendere i le giuste precauzioni, perché è ancora possibile tornare  a sentire bene.
Prevale inoltre l'idea che siano solo le persone anziane a soffrire di problemi dell'udito. Naturalmente nessuno ama invecchiare. A partire dai 40 anni, aumenta il rischio di deficit dell'udito, e sono molte le persone che iniziano ad avere tali problemi proprio a quest'età. Ma non è un sintomo di invecchiamento.

Quali sono i pregiudizi più diffusi nei confronti degli apparecchi acustici?

Gli apparecchi acustici non aiutano – questo pregiudizio è molto ostinato. Ma come ci si è arrivati? Soltanto fino a pochi anni fa, gli apparecchi acustici erano grossi ed antiestetici da indossare e per di più offrivano un miglioramento minimo della capacità uditiva.

Negli apparecchi di una volta, un problema che si verificava spesso e che causava anche dolore alle orecchie era il rumore di ritorno (feedback). Oggi questo problema non esiste più.
Anche la credenza che sia necessario continuare ad "allenare" le orecchie è sbagliata, eppure persiste. Molti soggetti pensano che un apparecchio acustico vizierebbe il senso dell'udito, che diventerebbe così dipendente da una soluzione acustica. Il senso dell'udito però non si rigenera da sé. Se è presente un danno, è pressoché impossibile sanarlo. Spesso l'unico rimedio è soltanto un apparecchio acustico. La tecnologia non cura il danno, ma facilita la vita a chi soffre di ipoacusia.

Mi servono accessori particolari per gli apparecchi acustici?

Esistono sistemi supplementari che aiutano a comprendere una parte ulteriore del parlato della televisione, delle telefonate o in conversazioni con grandi gruppi di persone. Tecnologia e potenza variano da apparecchio ad apparecchio, a seconda del produttore, del modello e del prezzo. Pertanto: più sono le informazioni concrete che fornirai all' audioprotesista riguardo alle tue attività giornaliere, tanto più preciso potrà essere nel consigliarti gli accessori giusti per il tuo apparecchio acustico.

Gli apparecchi acustici offrono molto più di un semplice aumento del volume. Riconoscono automaticamente diverse situazioni d'ascolto e si adattano a queste. I nostri clienti ritrovano anche la gioia di partecipare ad eventi sociali o a rappresentazioni teatrali. Aggiungendo ulteriori sistemi, è possibile ampliare ulteriormente la funzionalità degli apparecchi acustici. Soprattutto in occasione di conferenze, rappresentazioni, al cinema o al teatro, spesso è utile trasmettere i segnali acustici direttamente all'apparecchio. Così i rumori di disturbo dell'ambiente – che sono sempre presenti dove si raccolgono molte persone – vengono cancellati nel modo più efficace. I sistemi acustici moderni sono duraturi e affidabili. Come ci mostra l'esperienza: grazie a questo ausilio, i pazienti che soffrono di ipoacusia sentono e comprendono molto meglio la lingua parlata.
 

Ecco i sistemi esistenti:

Trasmissione Bluetooth
Molti apparecchi acustici moderni, sono dotati di ricevitori Bluetooth. Questi ricevitori permettono di trasmettere i segnali di cellulari o dispositivi audio direttamente all'apparecchio acustico e quindi all'orecchio. Vantaggio: le conversazioni al telefono si sentono molto meglio e anche la musica viene recepita senza distorsioni dovute all'ambiente.
Impianti FM per la trasmissione dei segnali wireless
Nelle sale conferenza o dove si svolgono manifestazioni vengono utilizzati segnali radio a frequenza modulata. In questo modo, in un ambiente rumoroso o se l'acustica è scarsa, la lingua viene trasmessa in modo selettivo. Per ricevere questi segnali direttamente nell'orecchio, si possono utilizzare due tipi diversi di accessori: un ricevente, che viene inserito nell'apparecchio retroauricolare, oppure un ricevitore FM da indossare sugli abiti.
Apparecchi acustici ad infrarossi
Questi apparecchi supplementari possono trasmettere i segnali da dispositivi audio o microfoni. La luce infrarossa trasmette i segnali da un trasmettitore a un ricevitore, il quale converte il segnale a infrarossi in onde sonore direttamente nell'orecchio.

Altre tematiche

Quale apparecchio acustico devo scegliere?
Tipi di apparecchi acustici
Questo sito web o applicazione impiega cookies. Per saperne di più sul nostro uso di cookies vi preghiamo di consultare la nostra Politica Cookies. Per informazioni generali sui cookies si prega di visitare www.allaboutcookies.org.