Quali sono le cause di un orecchio ovattato?

Otite media

Se il tuo udito si presenta ovattato o tappato, molto probabilmente sei stato colpito da un’infezione dell’orecchio medio, nota come otite media. Potresti anche notare del fluido fuoriuscire dall’orecchio interessato, il quale si rivelerà molto sensibile al tocco. In casi più gravi, potrebbero insorgere episodi di nausea e vomito. L’otite media può interessare bambini e adulti, tuttavia è più comune tra i più piccoli. Infatti circa l’80% dei bambini sviluppa un’infezione dell’orecchio medio prima dei 3 anni di vita. Di solito dura 2-3 giorni (anche senza trattamento medico), tuttavia alcuni casi possono perdurare per settimane.



Le infiammazioni dell’orecchio medio sono solitamente causate da una precedente infezione acuta del tratto respiratorio. Quando il liquido cerca di defluire, provoca un accumulo dietro il timpano, creando un ambiente favorevole alla proliferazione di batteri. Da qui si sviluppa l’infezione con conseguente dolore e sensazione di orecchio chiuso.
Infezioni respiratorie /  Raffreddore

Alcuni dei fattori scatenanti maggiormente responsabili di un orecchio ovattato sono raffreddori e infezioni delle vie respiratorie. Sono almeno 30 milioni le persone colpite ogni anno da infezioni respiratorie, mentre un numero ancora maggiore viene colpito da comuni raffreddori. La differenza tra le due patologie risiede per lo più nella durata dei sintomi. Un raffreddore tende a durare circa 10 giorni, mentre un’infezione delle vie respiratorie può durare settimane.


La causa esatta è il blocco del piccolo canale che collega orecchio medio e rinofaringe. Nonostante i raffreddori siano fastidiosi, non necessitano di un pronto intervento medico. Tuttavia, se i sintomi persistono per settimane, è meglio consultare un medico. Per alleviare i disturbi, spesso è sufficiente assumere un decongestionante ed eseguire suffumigi. Evitare di fumare, poiché causerebbe una maggiore irritazione dei seni paranasali.
Malattia di Ménière

Nonostante la malattia di Ménière sia una condizione molto rara con meno di 200.000 casi in un anno, figura tra le cause più gravi di udito ovattato. La sindrome di Ménière solitamente si sviluppa in pazienti tra i 40 e 60 anni di età. 
Purtroppo, data la durata anche pluriennale della malattia, la perdita di udito da un solo orecchio può diventare permanente. I sintomi includono vertigini (sensazione di giramento), orecchio ovattato e perfino tintinnii nelle orecchie (acufene). Se sospetti di avere la malattia di Ménière, rivolgiti immediatamente ad un medico. Per evitare il peggioramento della tua condizione, non utilizzare prodotti a base di tabacco. Il tuo medico potrebbe prescriverti medicinali per contrastare vertigini e nausea.
Presbiacusia

La presbiacusia è la perdita di udito legata all’avanzare dell’età e si verifica quando le cellule ciliate della coclea iniziano a deteriorarsi. La presbiacusia è una forma di perdita uditiva neurosensoriale (disturbo dell'orecchio interno o del nervo uditivo) e i primi sintomi includono la difficoltà nel comprendere una conversazione ad alte frequenze e nel percepire suoni quali il cinguettio degli uccelli.


Mentre in molti casi la perdita uditiva colpisce entrambe le orecchie, talvolta il disturbo coinvolge un solo orecchio. Si tratta della causa maggiore di perdita dell’udito negli anziani, infatti colpisce circa il 40-50% degli adulti sopra i 75 anni. Puoi prevenire la comparsa della presbiacusia proteggendo il tuo udito durante il corso della tua vita indossando tappi per le orecchie, in particolare se il tuo lavoro ti porta ad essere esposto a livelli sonori elevati.
Fortunatamente, i passi avanti della tecnologia hanno reso possibile per gli anziani una migliore gestione della patologia grazie ad apparecchi acustici sempre più sofisticati. Sottoporsi ad una visita di controllo dell’udito una volta all’anno può rivelarsi utile per scoprire i primi eventuali sintomi di presbiacusia. In caso di sintomi evidenti, invece, è necessario prendere subito appuntamento dal proprio medico di fiducia.
Presenza di un corpo estraneo 

L’orecchio può risultare bloccato dalla presenza di un corpo estraneo (come un insetto o acqua stagnante) nel canale uditivo. Si tratta di un’evenienza comune tra i bambini e può essere solitamente risolta a casa. I sintomi includono un’improvvisa perdita di udito da un orecchio, ma senza la fuoriuscita di sangue o liquidi.

Se l’orecchio è bloccato dalla presenza di acqua, inclinare dolcemente la testa del bambino per farla fuoriuscire grazie all’azione della forza di gravità. Se invece si nota la presenza di un insetto, è meglio agevolarne l’uscita. Prestare attenzione a non spingere il corpo estraneo più in fondo. Se si è certi che si tratti di un insetto (non dovrebbe esserci alcuna perdita di liquido o di sangue), si consiglia di procedere introducendo olio nel condotto uditivo, in grado di favorirne la rimozione senza pericoli.

Come si cura un orecchio ovattato?

Nella maggior parte dei casi, l’orecchio ovattato si risolve spontaneamente nel giro di poco tempo o con l’ausilio di un decongestionante o di una soluzione a base di olio. Tuttavia in alcuni casi potrebbe indicare un problema più serio. Se il tuo udito risulta compromesso da un orecchio, cerca di capirne le cause e segui il giusto trattamento. Se i tuoi sintomi persistono nonostante i rimedi adottati, contatta il tuo medico di base o specialista audiologo; e se hai dubbi sul tuo udito, fai il nostro test online gratuito.